Articolo teatro - Sito Ufficiale dell'I.I.S. La Farina-Basile

di Messina
Liceo Classico G. La Farina
Vai ai contenuti
Home page

Liceo La Farina


Successi degli alunni

Successi 2017-2018

Successi


Una superba interpretazione del Laboratorio Teatrale "Luca Gimbo" del Liceo “La Farina"

Ancora una volta il nostro laboratorio teatrale, del cui progetto sono responsabili le docenti Maria Zodda e Santa Morabito, e diretto dalla regista Donatella Venuti, è stato in grado di confrontarsi con realtà esterne ed emergere, persino a livello nazionale, valorizzando il nostro Istituto. Infatti, dopo il Primo premio assoluto ottenuto a Girifalco in occasione dell’Agone Festival Teatro Scuola durante l’anno scolastico 2016/17, il Laboratorio teatrale “La Farina-Basile” ha conquistato il Premio speciale per la recitazione al Festival delle Scuole 2018, cui ha partecipato di diritto e svoltosi al Teatro di San Lazzaro in provincia di Bologna, dal 14 al 20 maggio con la presenza di 177 scuole italiane e straniere, per un totale di oltre 5000 studenti. Il gruppo teatrale ha messo in scena nuovamente la regina delle tragedie, Edipo Re, con cui ha trionfato a Girifalco per il miglior spettacolo in assoluto (miglior attore protagonista Luigi Lucà, migliore attrice protagonista Valeria Inglese, migliore attore non protagonista Federico Pappalardo e miglior attrice non protagonista Giovanna Letizia). Nell’adattamento proposto a Bologna dalla regista Donatella Venuti, come richiesto dal regolamento del concorso, il testo è stato incentrato sull’acquisizione della verità da parte di Edipo (Luigi Lucà). Egli, credendo di essere figlio di Polibo e Merope, improvvisamente viene informato sulla falsità della sua convinzione, quindi lascia Corinto. Nel tragitto incontra un vecchio che gli blocca il passaggio e, non riconoscendo in lui Laio, il padre biologico, lo uccide. Successivamente, alle porte di Tebe, risolve l’enigma della Sfinge (Valeria Inglese) e libera la città. Così ne ottiene il trono e sposa la regina Giocasta (Simona Ceraulo, Francesca Ricevuto) dalla quale ha quattro figli, senza sapere di essersi congiunto con la sua vera madre. Tale delitto causa lo scoppio di una terribile peste che si abbatte sulla città per volere divino. A Edipo viene rivelata la profezia da parte dell’oracolo di Apollo con Tiresia (Miriam Augugliaro), ma il re crede che tutto sia stato pianificato da Creonte (Federico Pappalardo) con l’intento di cacciarlo dal trono. Il testo ha la struttura di un giallo ante litteram dove l’attenzione viene richiamata sul percorso stesso di consapevolezza, piuttosto che sulla conclusione. La tragedia non termina con il suicidio di Giocasta e l’accecamento di Edipo, ma il finale rimane quasi in sospeso e a libera interpretazione, conferendo così al testo un taglio più moderno e introspettivo. Nell’ultima scena, infatti, dal ventre di una fanciulla gravida (Giovanna Letizia) viene tirato fuori un telo rosso posto sul capo di Edipo che rappresenta la hybris che ha gettato lui e un popolo intero nel sangue. Professionali gli attori del nostro laboratorio che si sono distinti per la professionalità e specialmente la passione e il talento manifestati sul palcoscenico, suggestivi i costumi, attento e curato il lavoro della regista Venuti, seguito dalle docenti referenti del laboratorio Zodda e Morabito.

Giovanna Letizia II F, Francesca Ricevuto III A



2018-I.I.S. LA FARINA-BASILE
Webmaster:  Giovanni Rapisarda
E-mail: giorafis37@gmail.com
Torna ai contenuti